Tutto bello, il ChatBot è una figata pazzesca, hai capito che ha delle potenzialità clamorose, che puoi implementarlo facilmente nella tua strategia di marketing e che può permetterti di ottenere risultati molto interessanti per il tuo business. 

Ma tu potresti anche chiedermi: 

“Caro Luciano, ma oltre a iscrivere mia mamma, il mio amico-cavia e la mia fidanzata, a chi li mando i miei super messaggi via chat?”

Si, insomma, come faccio ad aumentare gli iscritti al mio ChatBot?

Direi che hai scelto l’articolo giusto perché sto per darti qualche dritta super utile in questo senso.

ECCO TRE PASSI PER POPOLARE LA TUA LISTA DI ISCRITTI.

Oggi voglio proporti 3 passi molto semplici e applicabili da subito per fare in modo che la tua lista possa cominciare a popolarsi con dei lead interessanti e soprattutto interessati alla tua proposta prima di passare alla classica “sponsorizzata” in cui proporre il tuo lead magnet. 

Pronti?

Via!

PASSO 1) 

Crea la tua Porta d’ingresso, il tuo Stargate! 

Ma quale porta?

L’indirizzo url del tuo Chabot è la tua porta d’ingresso!

Come un bravo installatore di infissi, dovrai creare la tua “Porta”.

PASSO 2)

Porta la tua “porta” ovunque. 

Ti ricordi quando avevi appena finito di costruire il tuo primo sito web e continuavi a spammare a mezzo mondo l’indirizzo www.guardaquantèbelloilmiosito.com oppure avevi appena stampato i tuoi biglietti da visita e continuavi a distribuirli a ogni persona che incontravi?

Bene, non ti sto dicendo di fare questo ma sicuramente di fare attenzione a tutte quelle circostanze in cui puoi “incollare” il tuo url in modo da lasciare un canale d’accesso ai tuoi prossimi potenziali iscritti. 

Cosa significa?

Significa che, per esempio, l’url non deve mancare nella tua firma mail, negli articoli che scrivi sul tuo blog, nei guest post che scrivi per altri, nelle pagine bio dei social che utilizzi, nel sottopancia e nelle descrizioni di video, dirette Facebook e in tutte quelle occasioni in cui parli del tuo marketing o dei tuoi prodotti/servizi. 

Sii “accogliente” e apri la porta al prossimo, perché potrebbe essere quello buono per te e tu quello buono per lui. 


PASSO 3) 

UTILIZZA LE LISTE CONTATTI CHE HAI CREATO IN ALTRI AMBIENTI

(Email, Linkedin o altri Social che stai presidiando) 

Se diamo per scontato che le liste di cui disponi sono popolate da persone che, per un motivo o per un altro, sono già entrate in contatto con te, sfrutta questo asset per incanalare questi lead nel flusso ChatBot. 

Ovviamente, ti suggerisco di dare loro un motivo per cliccare e iscriversi alla tua nuova lista per limitare l’effetto “doppione” proponendo un piccolo magnet, un report, uno sconto o qualcosa che sia per loro utile e che li spinga a cliccare sull’URL.

Manda quindi un messaggio a tutti i tuoi contatti, magari con un oggetto che sia accattivante, e proponi loro la tua ultima “fatica”, lo sconto speciale o la mini-guida che risolva un loro problema specifico. Indirizza tutti verso la tua porta magica e continua a popolare la tua lista iscritti al ChatBot.  

Per esperienza posso dirti che, a volte, trascuriamo le cose base e apparentemente scontate come quelle che ti ho appena suggerito per cercare di lavorare all’”effetto wow”. 

Tuttavia, iniziare dalle basi è sempre la cosa migliore ed è anche un ottimo modo di portare il focus su ogni più piccolo dettaglio di cui è composta una buona strategia di acquisizione clienti. 

Dunque, se sei all’inizio o sei partito senza considerare questi tre passi, spero tu possa continuare a popolare le tue liste anche attraverso di essi. 

Mai dare nulla per scontato e, se desideri, fammi sapere com’è andata con la creazione della tua “Porta Magica”!

Ci leggiamo presto.

Recommended Posts